Parse error: Unexpected token; token 3 expected in file '[inline]' on line 66 Musica - Lateinische Messe Tirol

Musica Sacra

Nel detto popolare: "Il canto è doppia preghiera", una consapevolezza intuitiva parla del fatto che il culto e la liturgia richiedono una forma musicale secondo la loro natura. Il santo vescovo e dottore della Chiesa Sant’Ambrogio (+397) dice addirittura: Christus in Ecclesia cantat - Cristo canta in chiesa. Cristo, vero titolare della liturgia della Chiesa, in essa canta nello Spirito Santo la lode del Padre.

Dove oggi si mantiene viva la liturgia romana tradizionale, deve essere risvegliata anche la consapevolezza liturgica del valore e della dignità della musica sacra. La liturgia è in modo straordinario luogo e contesto per la musica sacra dei secoli. E', giustamente inteso, un'opera divina e un theatrum sacrum. La liturgia tradizionale è il foro fondamentale per la fedele "esecuzione" di queste composizioni e ispira anche le composizioni contemporanee, se vogliono essere adatte e ammesse alla liturgia cattolica.

Come autentico servizio liturgico, la solida coltivazione della musica sacra ha quindi un'importanza centrale. La messa domenicale e solenne è celebrata come Missa Cantata con il canto gregoriano, se possibile, poiché è il canto della stessa liturgia romana, con la schola gregoriana o un cantore in alternanza coll’assemblea. Anche il tesoro di inni autoctoni, cresciuto nell'area germanofona, trova il suo posto nell'esecuzione liturgica senza sostituire o addirittura soppiantare il canto gregoriano.

Ensemble Sonoritas Innsbruck

L'Ensemble Sonoritas Innsbruck è stato fondato nell'autunno 2006 a Innsbruck per l’accompagnamento della liturgia romana tradizionale ad Innsbruck, ma è ora anche ospite fisso in Alto Adige e Baviera. Il repertorio comprende musica sacra polifonica di varie epoche (Rinascimento, Barocco, Classica Viennese, Romanticismo, Modernismo). I membri semi-professionisti acquisirono esperienza musicale nel coro extra del Landestheater Tirolese, al Collegium Vocale Innsbruck o a Vocapella Innsbruck.

Il "nucleo duro" è una formazione di quattro solisti, che in caso di necessità viene completata dai cantanti ospiti. Per le esecuzioni orchestrali vengono invitati altri cantanti e strumentisti eccellenti - archi, trombettisti, clarinettisti, timpanisti..... - della cerchia degli amici.

Il repertorio comprende opere di Palestrina, Haydn, Mozart e Schubert, ma anche opere di William Byrd e del compositore britannico contemporaneo Nicholas Wilton, che si ispira a questi compositori per comporre le proprie opere sacre e liturgiche.